L’Italia che frana: a rischio il 91% dei comuni

L’Italia che frana: a rischio il 91% dei comuni

(TODAY.IT)

L’allarme è stato lanciato nel dossier sul dissesto idrogeologico di Sigea, la Società Italiana di Geologia Ambientale: molte le scuole a rischio, alcune sono state costruite a 10 metri dai fiumi

In Italia il 91% dei comuni a rischio frane

”Abbiamo il 91% dei comuni a rischio frane o alluvioni, ben 7.500.000 persone a rischio, decine di migliaia di beni culturali. Bisogna conoscere il territorio che significa aggiornare le mappe di rischio”, spiega Alessandro Trigila, geologo dell’Ispra. A questo si aggiunge una situazione climatica “critica”, come la definisce Massimiliano Fazzini, coordinatore del gruppo Cambiamenti Climatici della Sigea e docente dell’Università di Camerino: “l’80% del territorio italiano ha subito un forte deficit delle precipitazioni. Da inizio anno, in alcune aree è piovuto meno di 250 mm e anche se ottobre e novembre dovessero essere dal punto di vista delle precipitazioni dei mesi eccezionali non si riuscirebbe ugualmente a colmare tale deficit”.

Di contro, continua Fazzini, “altre zone dell’Italia come quelle prealpine hanno fatto registrare un surplus idrico e dunque siamo dinanzi ad un’estremizzazione del clima. Altra zona a surplus pluviometrico è la zona sicula, quella sarda meridionale dove gli effetti del riscaldamento del mare si sono fatti notare con la formazione di cicloni mediterranei. Ora entriamo nel bimestre più piovoso e speriamo che il fragile territorio italiano tenga”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *