La vicenda ha avuto inizio nel mese di marzo, con l’annuncio di Project Maven, un’iniziativa messa in campo dal Pentagono in collaborazione con Google, per sfruttare le potenzialità del sistema TensorFlow al fine di analizzare le immagini catturate dai droni dell’esercito statunitense in missione sulle aree interessate dai conflitti.Leggi il resto dell’articolo

-> Fonte